I nostri consigli per una campagna di e-mailing di successo

Volete acquisire nuovi clienti qualificati o fidelizzarli? L'e-mail potrebbe essere la soluzione. Nonostante le credenze popolari, oggi è una delle migliori leve di acquisizione digitale per l'implementazione di campagne di comunicazione.ROI Il 75% dei marketer ritiene che il ritorno sull'investimento ( ) dell'e-mailing sia eccellente o buono. In questo articolo, scoprite i nostri consigli su comegarantire il successo delle vostre campagne di e-mailing.

I due tipi di campagna e-mail

Una campagna di e-mail di acquisizione/prospezione

L'obiettivo principale di un'e-mail di prospezione è quello di acquisire nuovi clienti o potenziali clienti qualificati. La campagna viene distribuita ai potenziali clienti. 8 aziende su 10 considerano l'e-mail come il loro principale canale di acquisizione clienti.

Le specifiche di una campagna di e-mailing di acquisizione/prospezione

Si tratta della prima e-mail di marketing inviata a un potenziale cliente. Le campagne e-mail di acquisizione sono il metodo più comune di prospezione attiva. Un'e-mail di prospezione viene scritta rapidamente e inviata facilmente. Il tutto a basso costo. Per essere efficace, deve basarsi su una solida proposta di vendita.

Raccolta di indirizzi e-mail

Dovete fare attenzione a raccogliere indirizzi e-mail in modo legale. Esistono numerose soluzioni conformi alla legge: concorsi, sondaggi online, landing page, ecc. 

È inoltre possibile noleggiare banche dati su : 

  • I 400 database dei partner di Dataventure opt-in , che rappresentano oltre 35 milioni di profili attivi in Francia e 100 milioni in Europa, costituiscono le fondamenta del nostro gruppo.
Il contenuto dell'e-mail

Trattandosi di nuovi clienti, bisogna fare attenzione a non sollecitarli troppo. Altrimenti, si corre il rischio di trasmettere una cattiva immagine del marchio.

Scoprite i nostri 3 consigli per un'e-mail di prospezione di successo:

  1. Presentarsi in modo chiaro.
  2. Personalizzate il contenuto evidenziando la vostra proposta di valore e il vostro vantaggio comparativo.
  3. Programmare i promemoria.

Una campagna di fidelizzazione via e-mail

L'obiettivo principale è quello di fidelizzare i clienti. Questo tipo di campagna e-mail viene inviata agli abbonati e ai clienti già presenti in una mailing list. 

Le caratteristiche di una campagna di fidelizzazione via e-mail

Una campagna di fidelizzazione via e-mail rafforza il rapporto di fiducia in seguito a un acquisto, alla creazione di un account o a un abbonamento. Ha uno scopo informativo o commerciale. I clienti vengono indirizzati in modo personalizzato.

Raccolta di indirizzi e-mail

Anche se queste persone sono già clienti, dovete pensare aopt-in. Potete creare un modulo di registrazione, poi distribuirlo sui social network, sul vostro sito web, in una campagna e-mail, ecc. L'obiettivo? Far sì che i clienti accettino di ricevere e-mail di fidelizzazione. 

La soluzione ideale è quella di optare per il doppio opt-in. Questo vi aiuterà a ottenere contatti qualificati e a evitare lo spam. Dal 2018 è vietato utilizzare gli indirizzi e-mail dei clienti senza aver prima ottenuto il loro consenso.

Buono a sapersi: Cos'è il doppio Opt-in ?

opt-in eopt-in sono due metodi per iscriversi a una mailing list. Con un processo di registrazione più semplice, il primo vi permette di ampliare rapidamente il vostro pubblico e di vendere più prodotti. Il secondo prevede un passaggio aggiuntivo: la ricezione di un'e-mail di conferma. Il contatto deve convalidare la propria iscrizione. Il vantaggio di questa procedura? Potete essere certi che l'indirizzo e-mail sia collegato a una casella di posta valida e monitorata. Per rafforzare la sicurezza dei vostri moduli, non esitate ad attivare Google reCAPTCHA. Questo impedisce agli spambot di aggiungere indirizzi e-mail fraudolenti, falsi o dannosi al vostro pubblico.

Il contenuto dell'e-mail

Il vostro cliente vi conosce già. Dovete quindi fornire loro nuovi contenuti pertinenti, collegati ad altri contenuti che hanno già letto. Potete inviare una newsletter. Il 76% dei destinatari di newsletter dichiara di aver già acquistato un prodotto o un servizio dopo aver cliccato su un link.

La newsletter è una fantastica opportunità per : 

  • Dimostrate il vostro know-how e la vostra esperienza;
  • Fidelizzare i clienti;
  • Identificate meglio le aspettative del vostro pubblico di riferimento.

Per mantenere l'interesse dei vostri abbonati, i vostri contenuti devono essere sempre vari, ma sempre di alta qualità. 

7 consigli per una campagna di e-mailing di successo

1. Definire l'obiettivo della campagna di e-mail marketing

Questa è la prima cosa da fare quando si lancia una campagna di e-mailing. È necessario scoprire quale azione ci si aspetta dall'e-mail. Si tratta di un'e-mail destinata a : 

  • Informare: presentare la propria azienda, annunciare il lancio di un nuovo prodotto o di un evento;
  • Vendere: acquistare i vostri prodotti o servizi;
  • Fidelizzare i clienti esistenti: creare un rapporto regolare;
  • Acquisire lead: raggiungere un pubblico che non conosce il vostro marchio, migliorare la vostra brand awareness;
  • Generare traffico: aumentare le visite ai vostri social network, al vostro sito web, ecc;
  • Raccogliere feedback: inviare questionari di soddisfazione, feedback su un particolare evento, sondaggi a seguito di un acquisto, una chiamata, una prenotazione, ecc.

Buono a sapersi: i 5 scenari che convertono di più

  1. Follow-up dopo una visita senza acquisto: 23%.
  2. Promemoria a seguito di cestini abbandonati: 21%.
  3. Nuovi prodotti : 18 %.
  4. Cross-selling: 13%.
  5. Promozioni: 13.

2. Determinare l'obiettivo

Rivolgersi ai contatti giusti è essenziale per massimizzare l'impatto e il coinvolgimento dei messaggi. A seconda del target, il testo e le immagini non saranno uguali: devono essere personalizzati.

Non inviate mai la stessa e-mail a tutti i vostri contatti. Se lo fate, rischiate :

  • Raggiungere persone non interessate;
  • Aumentare il tasso di disiscrizione. 

Buono a sapersi: Come si calcola il tasso di disiscrizione?

È sufficiente dividere il numero di disiscrizioni per il numero di e-mail di marketing inviate. Quindi moltiplicate il risultato per 100. Supponiamo che abbiate inviato 5.000 e-mail nell'ambito della vostra campagna di marketing. 50 destinatari si sono disiscritti. Il vostro tasso di disiscrizione è dell'1%. Per darvi un'idea, un tasso di disiscrizione è considerato buono se non supera lo 0,5%.

Dataventure vi offre un'innovativa soluzione di emailing basata sulle prestazioni. Si basa su tre pilastri: 

  • Gestione della tracciabilità ;
  • Consegna dei lead su misura per le vostre esigenze: CSV, deposito FTP, webservice, ecc. 
  • Diversi modelli di business: CPC, CPL, CPM, CPV, CPCL, Ibridi. La garanzia di un controllo totale sul vostro modello di acquisizione.

3. Scegliere il momento giusto per l'invio

Inviate le vostre e-mail in momenti in cui è probabile che i destinatari siano davanti al loro smartphone o computer. Assicuratevi di inviare ogni e-mail a 3-4 giorni di distanza l'una dall'altra, in modo che i vostri contatti non si sentano sopraffatti. 

La chiave per scegliere il momento giusto? Conoscere il proprio pubblico e le sue abitudini. A tal fine, non esitate a effettuare invii di prova in orari diversi nell'arco di più giorni. Questo vi mostrerà qual è la fascia oraria settimanale o giornaliera migliore, con i tassi di apertura e di clic più elevati. Un altro consiglio: al momento dell'iscrizione alla newsletter, coinvolgete i vostri iscritti chiedendo loro con quale frequenza desiderano che venga inviata.

Per il B2C, i giorni migliori sono : 

  • Tasso di apertura più alto: lunedì e sabato (49,1%).
  • Miglior tasso di clic (CTR): sabato e domenica (5,2%).
  • Tasso di conversione più alto: venerdì e domenica (18%).

Nel B2B, inviate le vostre e-mail preferibilmente : 

  • Tasso di apertura più alto: mercoledì (46%).
  • Miglior tasso di clic: domenica (5,9%).
  • Tasso di conversione più alto: lunedì (38%).

4. Pensate a un oggetto che attiri l'attenzione

È la prima cosa che il lettore legge. Se il vostro oggetto li cattura, vorranno aprire l'e-mail di marketing. Per fare in modo che venga letta per intero, optate per un oggetto breve, tra le 6 e le 10 parole.

Ecco alcuni esempi di oggetti efficaci per le vostre campagne di e-mailing: 

  • Il piano giusto. 
  • Urgenza. Si tratta di una leva potente per incoraggiare i vostri destinatari ad aprire le vostre e-mail, ma anche per accelerare il loro processo decisionale.
  • Mistero. Più incuriosite il destinatario, più vorrà sapere. 
  • Personalizzazione. Per far capire al lettore che è un privilegiato, aggiungete il suo cognome, il suo nome e il suo titolo. Si possono anche usare pronomi come "tu" o "tuo".
  • La domanda. In questo caso, l'obiettivo è quello di riportare il destinatario alla sua esperienza personale, mettendolo allo stesso tempo alla prova.
  • Novità. Includete le parole "nuovo", "aggiornamento" e "scoperta" per stimolare la curiosità dei lettori.
  • Le emoji devono essere usate con parsimonia e in modo appropriato. Il loro vantaggio? Catturano immediatamente l'attenzione dei destinatari.

Pensate ai test A/B. Questo è senza dubbio il modo migliore per aumentare il tasso di apertura. Scoprite quali oggetti funzionano meglio con il vostro pubblico. Potrete così ottimizzare le vostre future campagne e-mail. 

Il principio è semplice: si creano due versioni dell'e-mail, quindi si scelgono le regole di suddivisione. Queste determinano la dimensione dei gruppi di test (versione A, versione B) e il modo in cui verrà selezionata la versione vincente. Ad esempio, in base al tasso di apertura (perfetto per testare l'oggetto) o al tasso di clic. A seconda del software, è possibile impostare anche la durata del test.

5. Preparare contenuti attraenti

Create contenuti attraenti ed educativi per il lettore. Il lettore deve capire rapidamente lo scopo della vostra e-mail. Non dimenticate che gli elementi testuali e visivi devono essere armonizzati. Questo aiuta a coinvolgere i clienti. Allo stesso modo, rendete uniforme la tipografia dall'inizio alla fine della vostra campagna e-mail. In questo modo, darete un'immagine pulita, professionale e raffinata. 

6. Aggiungere una chiamata all'azione (CTA)

Forse il punto più importante di una campagna di email prospecting. Pianificate una CTA con contenuti di conversione/lead magnete che, idealmente, si rivolge all'oggetto dell'e-mail. Un pulsante di call-to-action vi permette di raccogliere più dati sul comportamento dei contatti raggiunti. Attenzione: sebbene sia possibile inserirli in tutte le e-mail, non bisogna esagerare.

Buono a sapersi: Quali sono i diversi tipi di lead magnet?

  • Guide, libri bianchi o ebook;
  • Liste di controllo ;
  • Modelli ; 
  • Le cassette degli attrezzi ;
  • Studi, analisi o relazioni ;
  • Casi di studio ;
  • Quiz o test ;
  • Simulatori ;
  • Formazione via e-mail ;
  • Webinar.

7. Inserire un link di annullamento dell'iscrizione

Si tratta di una regola obbligatoria. Il destinatario deve avere la possibilità di cancellarsi dalle vostre e-mail se non desidera più riceverle. Cliccando sul link, il destinatario viene cancellato direttamente dalla mailing list oppure viene inviato a un modulo. In quest'ultimo caso, è possibile chiedere al destinatario il motivo per cui desidera cancellarsi. 

Scoprite i motivi più comuni per cui ci si disiscrive

  • Invio troppo frequente;
  • Contenuti non personalizzati, noiosi o che non soddisfano le aspettative dei destinatari;
  • Struttura e/o design scadenti;
  • La mancanza di interesse per il vostro marchio;
  • E-mail eccessivamente promozionali;
  • La mancanza di interesse nei confronti dei lettori;
  • Un processo di descrizione troppo semplice. Ad esempio, se il link è inserito direttamente dopo il corpo dell'e-mail, se è vicino a una CTA o se è evidenziato (colore, dimensione del carattere, ecc.). 

Non è possibile fidelizzare i clienti attraverso l'invio di e-mail senza aver prima svolto un lavoro di acquisizione. Gli obiettivi di queste due campagne di marketing possono essere diversi, ma lo scopo rimane lo stesso: costruire il vostro portafoglio clienti

Potete rivolgervi a un esperto digitale come Dataventure per aiutarvi a inviare le vostre e-mail di marketing. Il nostro studio di design interno si occuperà di creare, integrare e ospitare le immagini pubblicitarie per la vostra campagna di e-mail.

Avviare un progetto

Se volete ottenere una consulenza gratuita e senza impegno, compilate il modulo sottostante e vi contatteremo.
Lasciare questo campo vuoto